Search  
Wednesday, September 18, 2019 ..:: I modelli » trasformabile ::.. Register  Login
 la trasformabile Minimize
 

IMG_3341.JPG

Mi presento a tutti voi: sono la Bianchina Trasformabile

IMG_3343.JPG

Sono nata nel 1957, esattamente 50 anni fa

IMG_3347.JPG

Bello il mio look, vero? Quattroruote nel 1958, di me diceva questo: “Se si tiene conto di soddisfare, in una macchina di piccole dimensioni, le esigenze estetiche e quelle funzionali (abitabilità interna) bisogna riconoscere che i risultati ottenuti sono stati brillanti, e dobbiamo dire che la Bianchina ha un aspetto elegante. Più lunga di 4 cm. della “nuova 500” Fiat, è anche meno larga (2 cm.) e più bassa ( 4 cm.). Due sono i punti più caratteristici della linea di questa vettura: il cofano anteriore corto e l’entità (piuttosto notevole rispetto al resto della vettura) del padiglione. Il muso della Bianchina, normale di impostazione (parafanghi-fari al di sopra del cofano anteriore), tradisce nel particolare dei paraurti la sua paternità: infatti il paraurti ha le borchie o rostri alle estremità raccordate superiormente con le luci di posizione-lampeggi come lo spider Fiat.

Al centro è una piccola falsa grigliatura

IMG_2294.jpg

sopra la mascherina, il logo Autobianchi cromato

IMG_2318.JPG

Nel 1958 la cadenza di produzione giornaliera della « Bianchina » era di un centinaio di vetture, per cui « grosso modo », nei primi 4 mesi sono state costruite circa settemila -macchine di questo tipo.


 
IMG_2320.JPG

Da notare che la « Bianchina » è stata progettata, anche nelle linee di carrozzeria, dalla Fiat. La produzione della « Bianchina » era così organizzata: la Fiat forniva tutti gli organi meccanici alla Autobianchi; a quest'ultima spettava perciò il compito di realizzare la carrozzeria, montare i gruppi meccanici e il collaudo finale.

Nella vista laterale si osserva, oltre che il già accennato musino e grosso padiglione, una fiancata di linea pulita ed alleggerita da una scalfatura (rientranza) che nasce dal fanale e muore all'altezza della ruota posteriore:

vista laterale.jpg

 Particolari della fiancata: ripetitore lampeggio direzionale all'altezza dell'asse ruota anteriore, maniglie portiere (fisse con apertura a pulsante) di bel disegno e tre (forse troppi) piccoli profilati alla fine della scalfatura posteriore. Decisamente riuscita la coda, nonostante la sistemazione posteriore del motore, del tipo a "bauletto"; paraurti con rostri raccordati alla fanaleria posteriore; riuscito il raccordo dell'illuminazione targa posteriore. Esteticamente criticabile l'aggiunta dei catarifrangenti imposta dall'Ispettorato della Motorizzazione.

Tutte le « Bianchine » sono verniciate in bicolore ed hanno gomme con fianco bianco.

 

GRADO DI  FINITURA

Anche per il grado di finitura dobbiamo esprimere un giudizio complessivamente buono; specialmente all'interno, tappetini e rivestimenti, dimostrano accuratezza da parte del costruttore.

Questo è il nostro giudizio generale. Per obiettività accenniamo a due particolari criticabili: nel raccordo fra plancia portastrumenti e fiancata sono chiaramente visibili i punti di saldatura:

punti di saldatura.jpg

Inoltre, il tappetino anteriore avrebbe dovuto essere prolungato sino in fondo, per coprire la lamiera e i vari comandi collegati alla pedaliera:

tappetini corti.jpg

TRASPORTO E BAGAGLI

Stando ai dati forniti dal costruttore la « Bianchina ha un peso in ordine di marcia (cioè rifornita di ruota di scorta, utensili ed accessori) di 500 chili; il peso totale massimo ammesso è di 710 chili, quindi si ha una « portata di 210 chili. Questo valore corrisponde al peso di tre adulti (quindi le « Bianchine » che abbiamo già incontrate con quattro persone a bordo sono in sovraccarico, lo facciamo notare per mettere in guardia contro i rischi che ne derivano). Noi preferiamo, date le doti di abitabilità della « Bianchina », stabilire la portata di questa macchina cosi: due persone adulte più 70 chili per bagaglio  o ragazzi

dimensioni abitabilitá.jpg

 

sopra, le dimensioni di abitabilitá interne della Bianchina espresse in centimetri.

I disegni sono stati realizzati seondo la scala 1 a 20, quindi un centimetro nel disegno corrisponde a 20 centimetri nella vettura 

 

 

I sedili anteriori, separati, sono del tipo a poltroncina ed abbastanza confortevoli, perché in gomma piuma: discreta l'abitabilità nei tre sensi principali (longitudinale, verticale, trasversale) offerta da questi posti. Solo la presenza del rigonfiamento ruota anteriore limita il comodo allungamento delle gambe

 

sedili anteriori.jpg

 

 

*segue*


 Print   

 link Minimize

 Print   

 REGISTRO AUTOBIANCHI Minimize

Casella Postale 252 - 10043 ORBASSANO (TO)  tel. 011 9015204 - fax 011 9034987 - e-mail registro@autobianchi.org


 Print   

Copyright (c) 2000-2006   Terms Of Use  Privacy Statement
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation